Photo Workshop New York: tre studentesse oggi fotografe!

Ci stiamo avvicinando alla quinta edizione dei workshop di fotografia a New York che ogni anno danno l’opportunità a fotografi di ogni provenienza di approfondire e perfezionare le loro tecniche fotografiche e di compiere passi avanti nel loro percorso formativo.
Spazio Labo’ ogni anno aiuta alcuni giovani fotografi meritevoli a partecipare ai workshop attraverso l’attribuzione di borse di studio. Per mettere ben a fuoco la rilevanza di tali esperienze all’interno della crescita dei giovani fotografi, abbiamo pensato di consultare tre fotografe che hanno partecipato negli anni passati assieme a noi ai Workshop a NY, aggiungendo un tassello caratterizzante all’interno della loro formazione. Attraverso il loro incontro abbiamo cercato di capire come si sta sviluppando il loro percorso fotografico, com’è cambiato nel tempo il loro approccio alla fotografia, ponendo in parte il Workshop a NY come limite per il confronto tra com’erano fotograficamente prima e dopo quell’esperienza. Stiamo parlando di Annalisa Natali Murri e Francesca Tosarelli, che hanno partecipato nel 2010 e Carlotta Cardana che ha partecipato nel 2012. Nei prossimi giorni pubblicheremo per ognuno di loro un articolo/intervista su questo blog, innanzitutto con il fine di mostrare come queste tre fotografe si sono fatte spazio nel mondo della fotografia e di come continuano a costruire i loro linguaggi. Speriamo inoltre che un confronto con loro possa far chiarezza e magari servire da stimolo ai giovani fotografi che intendono accrescere la loro formazione fotografica.
©Annalisa Natali Murri

Annalisa Natali Murri

Annalisa Natali Murri, fotografa che si è avvicinata definitivamente alla fotografia nel 2009 frequentando la scuola di architettura e  Urban Photography a Valencia. Completati i suoi studi in ingegneria Annalisa ha iniziato ad alternare al suo lavoro l’attività fotografica concentrando la sua ricerca soprattutto sull’influenza che diversi contesti sociali possano avere sulle persone che li vivono. Dopo aver vinto, lo scorso anno, con il progetto Cindarellas, il primo premio nella categoria feature picture story al POYi, quest’anno ha ricevuto il prestigioso Community Awareness Award per il suo Len’s Daughters (con il quale si è aggiudicata anche il terzo posto nel feature picture story per la categoria freelance/agency). Con questo lavoro, profondo e penetrante, Annalisa ha indagato lo stato di sofferenza e povertà di una parte delle donne armene che dopo il terremoto del 1988, che ha devastato la città di Gyumri, sono rimaste senza lavoro, senza casa e abbandonate dai mariti partiti in cerca di lavoro. Come emergerà nell’intervista, sono le realtà umane, più che le condizioni socio-politiche, ciò che maggiormente spinge Annalisa a portare testimonianza attraverso la fotografia facendo acquisire una forte componente emotiva ai suoi scatti.

Francesca Tosarelli

Francesca Tosarelli

 

Francesca Tosarelli: quando si leggono le sue dichiarazioni si ha l’impressione di toccare la materia della fotografia, nel senso che ci si sente vicini alla passione e alla fatica di estrarre dalla realtà i contenuti ricercati nei luoghi studiati. Impegnata in un progetto a lungo termine sul ruolo delle giovani combattenti all’interno dei conflitti contemporanei, il suo essere fotografa sembra racchiudere l’esperienza di un’antropologa e la capacità di narrazione di un’acuta osservatrice. In proposito, Francesca è creatrice del progetto Matchbox Media Collective, una compagnia multimediale che fa della cooperazione di idee la base per lo sviluppo di nuovi metodi narrativi raccontando spesso storie dimenticate dai normali sistemi mediatici poiché privi di questo approccio multiculturale. L’attivismo e il rischio del mestiere sono aspetti della personalità di Francesca che emergono sullo sfondo delle storie da lei raccontate nei suoi progetti fotografici realizzati in realtà dove la prospettiva di vita è molto diversa da quella occidentalizzata alla quale siamo abituati: Kivu, DR Congo, Libano. Francesca attraverso un’accurata analisi critica di queste realtà si interroga e fa interrogare sulle problematiche che studia dando così voce ad un particolare tipo di attivismo sociale che fa della narrazione critica la sua strategia di divulgazione.

Carlotta Cardana

Carlotta Cardana

 

Carlotta Cardana, ha vinto numerosi premi negli ultimi anni: Lens Culture Student Photography Award, International Photography Awards, People (Portrait category)Discovery of the Year ai Lucie Award. I suoi ritratti si caratterizzano per una forte compenetrazione tra i soggetti rappresentati e l’ambiente in cui vivono, frutto di scatti lenti e meditati che sono la risultante di lunghi periodi di approfondimento in cui la fotografa penetra l’intimità e la fiducia dei soggetti. La fotografia diviene quindi il punto d’incontro tra la personalità dell’osservatrice e quella delle vite osservate. È come se nella rappresentazione finale venisse rappresentata l’empatia, la relazione stabilita nell’incontro, per trasmettere il modo in cui i soggetti appaiono nella loro quotidianità, secondo lo sguardo della fotografa e per come lei è riuscita a comprenderli. La riuscita dello scatto, quindi, è direttamente proporzionale alla riuscita del tentativo di stabilire un rapporto, non superficiale, con i personaggi. Dallo scatto, dunque, si creano possibilità di narrazione per il fruitore che dipendono dalla caratterizzazione che Carlotta riesce a dare ai sui personaggi. Carlotta è attualmente impegnata nella pubblicazione del suo primo libro fotografico Mod Couples nel quale vengono ritratte coppie appartenenti ad una subcultura britannica (‘Mod’ appunto) sorta tra gli anni ’50 e ’60, cercando di andare oltre il loro stile e le apparenze che le caratterizzano, osservandoli, quasi spiandoli, nelle loro case e attività.

Speriamo, dunque, di fornire attraverso questa micro-rassegna di post, un aggiornamento sull’attività di queste tre fotografe e, attraverso il loro contributo,  di fare un minimo di chiarezza sul sempre più complesso mondo della professione della fotografia con la certezza che riconoscere e affidarsi ai consigli e agli insegnamenti di esperti sia sempre un passo importante verso la consapevolezza delle proprie capacità.

Marco Cicolini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: